Le spie di Spielberg 

“Ogni uomo è importante
(Del perché “il ponte di spie” è bel film)

Perché non è solo un film di spie, di guerre fredde, ma perché parla di diritti civili, di costituzione americana, di uno stato che dovrebbe essere garantista anche verso i nemici per dimostrare che la democrazia esiste
Perché è un film attuale, anche se racconta un episodio di 50 anni fa

Ora non si chiama più guerra fredda, ora è una guerra di religioni e culture, che travestono il grande tema della potenza attraverso i soldi e il governare le fonti di energia.
Spielberg non è facile anche se divulga messaggi universali.

Poi può sembrare retorica, quella di Spielberg, io invece credo che la sua sia solo voglia di comunicare, di abbattere barriere dettate da incomprensioni e scarso desiderio di condividere
(Hanks è bravo, un applauso anche alla spia russa lo farei, però)
😉 

 

di ortyz

Il risveglio della forza 

Trama

No spoiler 

 

(Sigla) “la più bella colonna sonora di sempre, maestosa”😎😎😎
“Dai!!” (Incitamento)😍
“Vai!!” (Incitamento)👍
“Toh!” (Soddisfazione)😀
“Ohhhhh” (sorpresa piacevole)😊
“Naaaaaaa” (sopresa romantica”❤️
“Grrrrrrr” (incazzature)👿
“Nooooooooooooo” (un no disperato)😱😢😢
“Vabbè” (rassegnata)😞
“Via!” (Incitamento)🤓
“Già” 🙄🤔
The end 🎬🎬🎬🎬

di ortyz

Louisiana 

Ero curiosa di vedere questo film. Credo fosse maggio o giugno: l’ammiraglio mi dice “vai a veder Louisiana“ah sì, com’è? C’è bella musica?” 

Lo davano al giorgione, brutto cinema, scomodo in tutti i sensi 

E  ancora  “peccato che hai perso il film

E no! Non  me lo si può dire, ‘che poi io mi incuriosisci ancora di più.

L’ho beccato su iTunes, viva Apple TV, il prezzo di un biglietto al cine e ho visto la seconda opera di Roberto minervini

Io ancora avevo le immagini di una Louisiana paludosa di true detective, ma qua si affonda ancora di più, la deriva di persone dimenticate nell’America che impone la propria cultura in the middle est; “non ci vogliono, ma noi perché dobbiamo imporre la nostra cultura?” Ecco, così tra veterano delle nuove guerre nella storia parallela a quella del tossicomane per disperazione che trova amore da un’altra disperata

E tutto ciò immerso nelle paludi, nel verde che tanto ricorda i film di malick

Un film crudo e disperato, per niente facile, per niente sprango so se non per quel “legalize freedom”

Si vede una sola volta, non è un film che si rivede. Ma va visto

(Alla fine riesco a vedere bel cinema anche in periodi di grandi impegni)
   
   

di ortyz