Teoria M

“In questo universo noi gestiamo il tempo in maniera lineare, in avanti.
Ma al di fuori del nostro spazio-tempo, da una prospettiva che sarebbe quadridimensionale, il tempo non esisterebbe
E da quella posizione -se potessimo raggiungerla- vedremmo che il nostro spazio-tempo è come appiattito, come una singola scultura la cui materia è sovrapposizione ad ogni luogo che abbia mai occupato

La nostra vita si ripropone ciclicamente come dei kart su una pista

Tutto quello che è al di fuori della nostra dimensione è eternità, l’eternità ci osserva dall’alto

Ora, per noi…è una sfera, ma per loro è un cerchio”

http://youtu.be/K1ztQMr7VqA

di ortyz

True detective: lezione di televisione

La vita è un sogno

E come in molti sogni, c’è un mostro che ti attende alla fine
(Cit.)

C’erano un volta le serie poliziesche. Le coppie di poliziotti e le puntate correvano alla ricerca degli assassini, dei ladri, degli stupratori, la storia era: cerco il colpevole

Amavo starsky e hutch per quel loro esser amici, una amicizia che qualcuno scambiava per omosessualità latente
Poi arrivarono altre serie, posso ricordar hunter, che non ha mai amato la sua collega nonostante il loro conoscersi così profondamente

Le serie poliziesche hanno avuto la loro svolta con miami vice: con quei due poliziotti che vivevano davvero dentro alle loro inchieste, erano protagonisti nelle storie. Un nuovo modo di fare serialità televisva, con la musica protagonista accanto alle immagini, il mio vero grande amore televisivo fu proprio quella serie.

Ma con questa nuova serie HBO si sfiora la vera lezione di cinema prestato alla tv

La lezione di true detective sta nei due protagonisti

La serie racconta di loro, non è la storia di come si arriverà al cattura dell’assassino, no
Quel che accade è un contorno, la vera storia sono loro, Marty e rust, immersi nelle paludi della Louisiana e nelle paludi delle loro solitudini

Qua si raccontano queste due personalità, entrambe ingombranti anche se per diversi motivi

Marty, così debole e anche un po’ imbecille, rinchiuso nella noia di quel che la vita gli offre, anche se quel che ha è una donna vera e due bambine. Lui cerca distrazioni, non prende responsabilità

Poi c’è rust, così imbarazzante nella sua complessità di uomo pieno di dubbi, colpito dal dolore e dagli abbandoni.

C’è la scena finale della terza puntata che mette in risalto la sua personalità così bizzarra ma profonda.

Una serie praticamente perfetta, molto introspettiva

Della bravura di harrlesson e macconaughey se n’è parlato in ogni dove, del finale della 4a puntata pure -un piano sequenza da brividi.

La serie è un pilastro della tv del nostro tempo, non credo si possa chiedere oltre

Applausi

http://m.youtube.com/watch?v=sOGoX1B6_2k

IMG_3134.PNG

IMG_3129.PNG

di ortyz

La branda

lo so, oggi è il giorno della sparizione delle 400 tessere pd, non so se esserne preoccupata o meno, io non ho tessere, solo quella del trasporto pubblico locale, altro non posseggo

Dovrei indagare su questa clamorosa perdita ma ora son molto concentrata sul trovare un modo semplice, poco noioso e, perché no, divertente, di spiegare il mio amore per la mia branda

Ricordo un po’ uno di quei personaggi bizzarri delle serie di david kelley, quello che se la tira meno di sorkin, e che scrive serie tv più bella della ninfomane shonda

Lui saprebbe descrive la branda in modo semplice e chiaro, cominciando più o meno così:

Una rete di doghe in legno -una roba tosta, ben fatta
Nata per ospitare un futon di origine Jappo, ma destinato a sparire dopo che la mia schiena ebbe pace dopo esser stata ospitata da un materasso in un albergo dai prezzi spropositati.
Ma così fu: amore a prima dormita, un sogno
Ecco che il futon prese un’altra postazione, arrivó un materasso alto e, chicca prelibata: una coprimaterasso destinato solo a quell’albergo.
Ma io son un’abile contrattatrice e il coprimaterasso sta qua, sotto le morbide lenzuola di no, niente pubblicità, ma roba giusta, di buona qualità

La branda. Eccola, lei: accogliente, morbida e amica della mia schiena

Adesso cerco le tessere pd perdute, chissà se gli scontenti si saranno iscritti a qualche shopping mall, chissà!
Magari vogliono iscriversi al branda’s political party

(Notte)

IMG_3057.JPG

IMG_3060.PNG

di ortyz